Blog

La storia del Treno di Jared Padalecki

Jared Padalecki ha raccontato ad una convention la sua famosa storia del treno. Questa è la traduzione di un riassunto trovato online, buona lettura!

Gen e Jared erano a visitare degli amici di Gen ad Amsterdam (non so per quale motivo ci fosse anche Richard, ma c’era anche lui) ed insieme a Richard Speight dovevano prendere l’ultimo treno da Amsterdam a Francoforte di Venerdì sera. Jared era così contento perché erano arrivati in stazione puntuali, ma credeva che il treno sarebbe arrivato 15/30 minuti prima dell’orario di partenza, cosa che ovviamente non è successa. Quindi il treno è arrivato pochi minuti prima dell’orario di partenza, e – facendo il bravo marito – Jared ha detto ha Gen di cercare dei posti mentre lui si occupava delle valigie. Allora ha messo sul treno tutti i bagagli (o almeno credeva), li ha riposti sopra i sedili e si è seduto, quando all’improvviso Gen dice: “Tesoro, dov’è la valigia grigia?“. Allora Jared si alza di scatto e torna alla porta proprio nel momento in cui si sta chiudendo. Spinge il tasto “apertura porte”, ma ovviamente non succede nulla, perché ormai la porta è chiusa (Jared: “Allora ho provato il pulsante “chiusura porte”, perché non si sa mai!“) e vede la valigia esattamente di fronte alla porta (Jared: “Era così vicina che avrei potuto toccarla!“). Poi vede qualcuno che lavora alla stazione avvicinarsi alla valigia e guardarsi intorno come se stesse cercando il proprietario, allora lui e Richard iniziano a colpire la porta, indicando la valigia e poi se stessi per far capire che è loro, perché pensavano che avrebbe fatto qualcosa a riguardo. (Jared: “E tutto ciò che fa è alzare le spalle, come dire: “Siete stati sfortunati!”“). Il treno sta ormai lasciando la stazione e la valigia è ancora sulla piattaforma. Quindi Jared inizia a cercare un controllore, ma non ne trova nessuno, quindi corre alla fine del treno per cercare il capotreno. Solo che ha corso dalla parte sbagliata del treno (a quanto pare, negli Stati Uniti i capotreno sono alla fine del treno, mentre in Europa sono all’inizio) e non c’è nessun capotreno lì (questo è importante per la parte successiva, quindi ricordalo!). Allora inizia ad andare in panico, perché il treno era ormai partito da qualche minuto e la valigia era ancora in stazione.

(altro…)


Non dimenticate di lasciare un mi piace alla nostra pagina Facebook! 🙂

Subtitles On Demand sta cercando collaboratori! Puoi trovare più informazioni qui.
Deborah Caccia
Vivo in una città sperduta della Val Padana in cui tutti conoscono tutti (o quasi). Non sono una telefilm addicted da molto tempo, ma devo dire che ho recuperato in fretta. Se fosse possibile, avrei un master in binge-watching. Aspirante traduttrice/mediatrice in lingua inglese e russa. Amo la musica in ogni suo genere, se volete farmi felice portatemi a un concerto.

Intervista di Cameron Monaghan e Noel Fisher

Una vera storia d’amore

Amare significa non dover mai chiedere scusa per aver rapito il bambino del tuo fidanzato magnaccia? Abbiamo esaminato la strada turbolenta di Mickey e Ian, la coppia più selvaggia (e più dolce) della TV.Può un criminale dalla testa calda che gestisce un bordello nel South Side di Chicago trovare un amore epico con un cubista bipolare? Solo su Shameless! Ci siamo seduti con Noel Fisher e Cameron Monaghan, che interpretano, rispettivamente, il pappone dalla pistola facile Mickey Milkovich e il suo bello mentalmente instabile, Ian Gallagher, per parlare di questa tenera ma tempestosa storia d’amore e del motivo per cui ha così tanto successo con i fan. Naturalmente, abbiamo anche parlato di sesso, droghe e armi.

(altro…)


Non dimenticate di lasciare un mi piace alla nostra pagina Facebook! 🙂

Subtitles On Demand sta cercando collaboratori! Puoi trovare più informazioni qui.
Deborah Caccia
Vivo in una città sperduta della Val Padana in cui tutti conoscono tutti (o quasi). Non sono una telefilm addicted da molto tempo, ma devo dire che ho recuperato in fretta. Se fosse possibile, avrei un master in binge-watching. Aspirante traduttrice/mediatrice in lingua inglese e russa. Amo la musica in ogni suo genere, se volete farmi felice portatemi a un concerto.

Josh Duhamel in Battle Creek

La star Josh Duhamel scalda il nuovo poliziesco della CBS.

Sono appena passate le 21:30 di un lunedì quando Josh Duhamel entra nel retro del suo ristorante preferito, chiama per nome la cameriera ed ordina una frittata di albumi, un muffin e delle frittelle di patate. “Questo posto,” racconta l’attore quarantaduenne, che indossa una maglietta grigia a maniche lunghe, dei jeans e delle sneaker, “mi sta a cuore.”

Questo ristorante di quartiere — sicuramente l’unico posto a Brentwood, in California, con muri ricoperti da pannelli di legno ed un cartello di carta scritto a mano fissato storto su un pannello, che dice: “Aperto tutti i giorni dalle 7 alle 15:30.” — sembrerà un posto inusuale per Duhamel, il bellissimo attore Hollywoodiano che insieme alla moglie pop-star Fergie forma una delle coppie più alla moda. Ma trascorrendo del tempo con questo ragazzo proveniente dal Nord Dakota diventa chiaro il fatto che ha conservato i suoi umili gusti centroccidentali e la sua forte etica del lavoro con cui è stato cresciuto. Dopotutto, questo è il ragazzo che, nonostante aver recitato nei primi tre film di successo di Transformers, ed in commedie del tipo Capodanno a New York, prende ancora lezioni di recitazione. “E mi fa ancora paura da morire.” dice ridendo. “Ma voglio continuare a migliorare.”

(altro…)


Non dimenticate di lasciare un mi piace alla nostra pagina Facebook! 🙂

Subtitles On Demand sta cercando collaboratori! Puoi trovare più informazioni qui.
Deborah Caccia
Vivo in una città sperduta della Val Padana in cui tutti conoscono tutti (o quasi). Non sono una telefilm addicted da molto tempo, ma devo dire che ho recuperato in fretta. Se fosse possibile, avrei un master in binge-watching. Aspirante traduttrice/mediatrice in lingua inglese e russa. Amo la musica in ogni suo genere, se volete farmi felice portatemi a un concerto.

Intervista di Sophia Bush su Bello Magazine

Non si può negare; la detective Erin Lindsay è un osso duro. Potreste anche definire questa poliziotta insolente – portata in vita ogni settimana nel poliziesco dell’NBC Chicago P.D. dall’attrice Sophia Bush – una tipa tosta. Ma non ci sono solo pistole e caratteracci in questa serie tv trasmessa in prima serata… e la Bush non potrebbe fare diversamente.

 

Immagine“Adoro interpretare una donna così tosta,” rivela, “ma quello che amo di Erin, e che amo di tutte le serie tv di Dick Wolf, è il fatto che non chiede ai suoi personaggi femminili di essere in un altro modo. E’ il motivo per cui le donne si immedesimano in Olivia Benson [di Law & Order: SVU’s] ed ora anche in Erin Lindsay: le donne non devono essere trattate come aiutanti o accessori, come succede spesso nei copioni, perchè sono esseri umani davvero complicati.”

L’attrice ha pensato molto a questa cosa. Da nativa di Los Angeles che ha trascorso praticamente tutta la sua vita adulta a lavorare in una città che notoriamente sprezza i personaggi femminili principali – anche se le venera per il loro irreale talento e stile – ha familiarità con il problema. Ciò che più conta, come artista che si sforza costantemente per ottenere un lavoro che non sia superficiale, è il fatto che capisca il desiderio.

(altro…)


Non dimenticate di lasciare un mi piace alla nostra pagina Facebook! 🙂

Subtitles On Demand sta cercando collaboratori! Puoi trovare più informazioni qui.
Deborah Caccia
Vivo in una città sperduta della Val Padana in cui tutti conoscono tutti (o quasi). Non sono una telefilm addicted da molto tempo, ma devo dire che ho recuperato in fretta. Se fosse possibile, avrei un master in binge-watching. Aspirante traduttrice/mediatrice in lingua inglese e russa. Amo la musica in ogni suo genere, se volete farmi felice portatemi a un concerto.

Colton Haynes in Once Upon a Time?

Come ben sappiamo, Colton Haynes non sarà più un regular in Arrow. Quali saranno quindi i suoi progetti per il futuro?
Fino a ieri nella sua filmografia su Wikipedia compariva questo:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Notate qualcosa alla fine della lista?
Ora, si sa che Wikipedia non è una delle fonti più affidabili. E se provate a tornare sulla pagina di Colton Haynes vedrete che è stato fatto prontamente sparire.
Sarà stato un errore o qualcuno voleva anticiparci una notizia che ancora non è stata annunciata ufficialmente?
Ce lo vedreste Colton nei panni di Aladin? O forse sarebbe stato meglio come Elsa?

Sometimes ya just gotta let it go! I am a child haha #CostumePartyAddict #ElsaMyBoo

A post shared by Colton Haynes (@coltonlhaynes) on

 

Ai posteri l’ardua sentenza!


Non dimenticate di lasciare un mi piace alla nostra pagina Facebook! 🙂

Subtitles On Demand sta cercando collaboratori! Puoi trovare più informazioni qui.
Deborah Caccia
Vivo in una città sperduta della Val Padana in cui tutti conoscono tutti (o quasi). Non sono una telefilm addicted da molto tempo, ma devo dire che ho recuperato in fretta. Se fosse possibile, avrei un master in binge-watching. Aspirante traduttrice/mediatrice in lingua inglese e russa. Amo la musica in ogni suo genere, se volete farmi felice portatemi a un concerto.

Diogo Morgado: Gesu’ o Lucifero?

Poche settimane fa sulla CW è iniziata una nuova serie TV, The Messengers. Uno dei protagonisti è Diogo Morgado, “The Man”, che come ormai avrete capito (se avete visto il pilot) è il Diavolo, Lucifero, o come preferite chiamarlo.

Se vi fate un giro sulla sua filmografia però, noterete che il nostro Diogo ha interpretato il ruolo di Gesù per ben due volte: nel film Son of God e nella miniserie televisiva La Bibbia!

(altro…)


Non dimenticate di lasciare un mi piace alla nostra pagina Facebook! 🙂

Subtitles On Demand sta cercando collaboratori! Puoi trovare più informazioni qui.
Deborah Caccia
Vivo in una città sperduta della Val Padana in cui tutti conoscono tutti (o quasi). Non sono una telefilm addicted da molto tempo, ma devo dire che ho recuperato in fretta. Se fosse possibile, avrei un master in binge-watching. Aspirante traduttrice/mediatrice in lingua inglese e russa. Amo la musica in ogni suo genere, se volete farmi felice portatemi a un concerto.

1 12 13 14