8 Dicembre: Albero e Presepe!

Cari telefili, avete già fatto l’Albero di Natale e il Presepe? Se non avete ancora alzato un dito, correte subito ad addobbare il pino, piazzare luci sul balcone e costruire una capanna dove infilarci le statuine di Maria, Giuseppe, Gesù bambino e compagnia bella. Eh già, oggi siamo all’8 Dicembre, festa della Vergine Immacolata e giorno in cui tutte le case vengono decorate con gli addobbi tradizionali.

Le parole scelte per questa giornata sono appunto Albero e Presepe, ma dato che spulciare ogni serie tv esistente in cerca di alberelli e decorazioni varie non mi allettava più di tanto, ho deciso di procedere per associazione di idee. Il tema odierno sarà quindi la famiglia, fulcro centrale del presepe, senza far mancare gli alberi genealogici più intricati delle serie tv. Tranquilli, Beautiful non rientra nelle mie scelte!

1- La famiglia allargata dei Charming e compagnia bella in Once Upon a Time.

La famiglia, per Emma, Henry, la coppia Snow-Charming e gli altri abitanti di Storybrooke, è una parola ricca di significato e amore. Come abbiamo visto in queste 5 stagioni, la famiglia viene prima di tutto e sacrificare un proprio familiare, che sia di sangue o acquisito, è un’opzione che non può nemmeno essere considerata. “Troveremo un’altro modo”, “Ti troverò sempre”: sono queste le frasi sdolcinate che i Charming ripetono quando una persona a loro cara è dispersa in qualche mondo parallelo, è in pericolo di vita oppure è ormai spacciata; per salvare chi amano hanno sconfitto maledizioni, sono approdati nell’Isola che non c’è, hanno viaggiato nel tempo e hanno affidato la propria vita l’uno nelle mani dell’altro. In Once Upon a Time ci insegnano che per superare un ostacolo bisogna farlo insieme e che la famiglia è la cosa più importante… anche quando sei il Signore Oscuro.

Per l’occasione ho realizzato un piccolo albero genealogico per delineare le varie parentele in OUAT. Vi confesso che ho perso una trentina neuroni nel capirci qualcosa e un’altra decina quando ho realizzato che forse schematizzare le relazioni di Beautiful sarebbe stato più facile.

family ouat

2- La famiglia Villanueva, in Jane The Virgin

Tutto iniziò quando Alba Villanueva, insieme al marito Mateo, se ne partì dal Venezuela ed approdò a Miami, città in cui iniziò la stirpe Villanueva. Così nacque la figlia Xiomara che, alla precoce età di 16 anni, rimase incinta e diede alla luce la nostra Jane Gloriana Villanueva. Il padre, tenuto segreto per diversi anni, si scoprì poi essere l’attore di telenovelas Rogelio De La Vega. Ma la situazione si complica quando Jane, fidanzata con Michael Cordero, rimane accidentalmente incinta di Rafael Solano, a causa della sorella di quest’ultimo, Luisa. E poi bho, nasce Mateo Gloriano Rogelio Solano Villanueva e il pranzo del Ringraziamento diventa un bel casino.

“Il triangolo no! Non l’avevo considerato..”. Sarà questo ciò che passa nella mente della povera Jane, mentre passa da un manzone all’altro? Michael o Rafael, questo è il dilemma! E pare proprio che Jane non riesca a venirne a capo. Nonostante tutto, ha comunque attuato una scelta d’amore profondo, ha scelto infatti suo figlio e la sua famiglia. Ancora una volta la famiglia viene al primo posto ed è evidente che l’amore tra genitori e figli trionfi su ogni cosa.

3- La famiglia Winchester, in Supernatural

“Aiutare le persone, cacciare i mostri, l’attività di famiglia”. Il motto dei Winchester, potremmo dire, tramandato da padre in figlio, così come l’arte di cacciare demoni, fantasmi e quant’altro di malvagio si trovi nel mondo, nascosto nelle tenebre. Tutta la storia, sviluppata nelle ormai 11 stagioni della serie, ruota attorno alla famiglia. John che inizia a cacciare a seguito della morte di Mary, Sam e Dean che ripartono in cerca del padre scomparso, la loro stessa stirpe che ha da sempre avuto radici nella caccia ai mostri. Possiamo dire che i Winchester siano in qualche modo destinati a salvare il mondo, fin dai tempi dell’arcangelo Michael e di Lucifer.

Molte volte avrebbero dovuto uccidersi a vicenda, sacrificarsi una volta per tutte o spargere sangue per risolvere problemi apocalittici, magari causati da loro stessi, ma hanno sempre trovato un’altro modo, una soluzione, persino quando i danni sembravano ormai irreparabili. Sam e Dean sono l’esempio più lampante di amore tra fratelli, sono la Famiglia con la F maiuscola; hanno quel tipo di legame che è più forte della morte, capace di trionfare su tutto e tutti… speriamo anche sulla Tenebra.

La famiglia non finisce nel sangue.

4- La famiglia Reale Inglese, in The Royals

Mai ho visto nella mia vita famiglia più disfunzionale e tossica… tralasciando la mia! I Reali Inglesi non sono di certo un esempio di vita da seguire. Partiamo dalla Regina Helena, madre della principessa Eleanor e del principe Liam; questa donna è tutto tranne che una madre modello, non esita a ferire i figli, se necessario, per il mantenimento della reputazione della famiglia, è assente, menefreghista e ha a cuore soltanto i suoi interessi, assieme a quelli della monarchia. Re Simon invece, pace all’anima sua, era un padre completamente differente; nonostante i suoi difetti, ha dato vero amore ai suoi figli e ha così saputo guadagnare la loro ammirazione e il rispetto dovuto.

Cadiamo ora nella parte veramente trash della famiglia. Lo zio Cyrus, nuovo Re inglese dalla morte del fratello, con le sue figlie pazzoidi imbellettate, rappresenta la tossicità in persona. Egoismo, vizi, superbia e cattiveria lo contraddistinguono. Egli non ha per niente a cuore la famiglia, per non parlare delle sorti della Gran Bretagna; il suo unico interesse risiede nel potere.

5- Le millemila doppleganger di Elena Gilbert, in The Vampire Diaries

Con questa storia dei doppleganger ammetto che mi sono fusa ancora qualche neurone, apprezzate il loro sacrificio. Da quello che la Pleccona ci avrebbe raccontato nelle 7 stagioni di The Vampire Diaries, la discendenza delle Petrova ha origini antichissime nella figura di Amara. Nell’antica Grecia, costei era innamorata del suo One True Love Silas e, assieme a lui, divenne la prima donna immortale della storia. Successivamente la stirpe ci condurrebbe nel medioevo da Tatia, il cui sangue fu utilizzato dalla strega Hester per creare i Vampiri Originali. Dopo qualche inciucio con Klaus o/e Elijah e un figliolo illegittimo, Tatia lasciò il posto, qualche secolo più avanti, all’amatissima Katerina Petrova. Nata nel 15° secolo in Bulgaria, seguì le orme della sua predecessora partorendo un marmocchio illegittimo e fu così cacciata di casa dai genitori. Sempre in linea con Tatia, ebbe a che fare con gli originali Elijah e Klaus, dopodiché diventò una vampira e passò circa mezzo secolo allegramente in fuga. L’ultima doppleganger, la più lagnosa che, purtroppo, conosciamo tutti, è Elena Gilbert (Elagna), la quale, dopo aver piagnucolato qualche stagione dicendo di voler restare umana, divenne una vampira non molto furba e finì addormentata in una bara, per mano della madre del suo fidanzato.

Bonus +1: La famiglia più sventurata di Westeros: gli Stark.

Eccoli qua gli Stark, che carini! Tutti in fila come i soldatini… o meglio come i tasselli del domino, pronti a schiattare uno dopo l’altro. Il primo a lasciarci le penne è il padre, Ned Stark, assassinato da Joffrey nell’indimenticabile finale tragico della prima stagione. Seguono a ruota il primogenito Robb, insieme a madre, moglie e figlioletto non ancora nato, che vengono fatti fuori al “Matrimonio Rosso“. Eh dai, almeno gli altri figli sono rimasti vivi! Ma non preoccupiamoci, perché la sventura li perseguita senza sosta. La povera Sansa passa dalla padella alla brace in fatto di mariti, Arya è rimasta cieca, Bran è storpio da cinque stagioni e Rickondov’è Rickon? Bho! Il mainagioia colpisce ovviamente anche il bastardello Jon Snow che prima perde la sua amante Ygritte e una stagione dopo viene pugnalato a raffica. Il mio cuoricino sta ancora sanguinando, piango male.

Auguro a tutti voi di passare un gioioso giorno dell’Immacolata in compagnia della vostra famiglia!


Non dimenticate di lasciare un mi piace alla nostra pagina Facebook! 🙂

Subtitles On Demand sta cercando collaboratori! Più informazioni qui.
Rory27
Holaa! Mi chiamo Aurora, ho 19 anni e provengo da un paesino sperduto nella Lombardia. Ho studiato lingue, adoro tradurre così come amo scrivere. Sono una telefila accanita da quando ho scoperto Supernatural alla precoce età di dodici anni. La mia serata tipo? Un calice di vino stile Mistresses e serie tv a manetta.
  • Lorenzo Tironi

    Adoro il modo in cui riesci ad aggirare il tema per parlare di quello che vuoi ahahah Grande articolo!